logo versace

In questo articolo scopriamo insieme la storia di un marchio iconico e approfondiamo le affascinanti origini del travolgente logo Versace!

Quando si parla di marchi di moda sensuali, eleganti e seducenti, non si può proprio non citare Versace e il suo fondatore, Gianni Versace.

Versace, fin dall’inizio, ha scelto di dedicare il suo talento come fashion designer nella creazione di capi d’abbigliamento rigorosamente belli, stravaganti, inebrianti e sensuali: questa è stata la formula del suo successo, dalla sua fondazione fino ad oggi.

Vuoi conoscere la storia di altri loghi famosi? Vai alla rubrica sui loghi famosi.

Indice

logo versace oggi

La storia di Versace

La storia di questo ormai iconico marchio inizia nel 1972, quando Gianni Versace lasciò la sua terra natia, la Calabria, per trasferirsi a Milano, dove iniziò il suo percorso nel mondo della moda lavorando per un’azienda d’abbigliamento chiamata “Florentine Flowers”.

Al termine di questa esperienza, Versace decise di rimanere a Milano, dove poi collaborò, in veste di fashion designer, con Callaghan, Complice e Genny.

Nel 1978, il designer riuscì a presentare pubblicamente la prima collezione firmata Versace.

Successivamente, Gianni Versace aprì una sua boutique: da quel momento, per l’azienda si presentarono un successo dopo l’altro, accompagnati da una crescita esponenziale. La partecipazione di Versace a sfilate ed eventi di moda all’estero, in particolar modo a Londra, fece accrescere enormemente la popolarità del marchio, che nel giro di pochi anni divenne un’autorità nel settore.

Dopo la tragica morte di Giovanni nel 1997, lo “scettro” dell’azienda passò alla sorella Donatella, già capostilista di Versus dal 1994. Donatella era la più giovane della famiglia e aveva con il fratello Gianni un legame straordinariamente forte e profondo.

Fece il suo debutto ufficiale nell’azienda nel 1998, in una sfilata tenuta sopra la piscina del Ritz Hotel di Parigi: riscosse subito un grande successo e ancora oggi Donatella è in grado di tenere alto il livello e l’orgoglio di Versace.

storia versace

costo logoQual’è il prezzo di un logo professionale?

Ti sei mai domandato quale sia il prezzo di un logo professionale? E soprattutto che caratteristiche dovrebbe avere un logo professionale? Premi il pulsante e andrai alla pagina che ti darà una visione completa sulla creazione di un logo.

Approfondisci

Storia del logo Versace

Al contrario di quanto si possa pensare, l’iconica Medusa non ha sempre fatto parte del logo Versace.

Infatti, la primissima versione del logo Versace, del 1980, aveva questo aspetto.

primo logo gianni versace

L’emblema era costituito dalla concisa e semplice scritta “Gianni Versace”, realizzata in caratteri chiari d’avanguardia. L’assenza di spazio fra le parole e l’estrema vicinanza delle lettere non facilitano certo la leggibilità, ma senza dubbio attraggono grazie alla perfetta simmetria e geometria.

logotipo versace 1990

Nel 1990 il fashion designer prese finalmente in considerazione i problemi di percezione visiva generati dalla prima versione del logo Versace e scelse di rendere più leggibile il carattere della scritta “Gianni Versace”, che diventò quindi più spesso, ricco di angoli e privo di grazie. Notevole anche lo spazio
inserito tra le parole “Gianni” e “Versace”, che risultavano così divise.

logo versace 1993

Nel 1993 Gianni Versace scelse di utilizzare la silhouette della mitologica e temibile Medusa e di rendere questa figura il volto della sua azienda.

Giovanni era sempre stato influenzato dal fascino della cultura romana classica: da bambino, mentre giocava con i fratelli e le sorelle tra le rovine antiche di Reggio Calabria, era abituato a vedere molte opere d’arte sul pavimento, raffiguranti personaggi dell’antichità. Tra questi, c’era ovviamente Medusa.

Il collegamento di questa figura mitologica con l’antica Grecia enfatizza anche la ricercatezza e l’eleganza dell’abbigliamento Versace.

La Medusa non fu scelta a caso, all’interno della moltitudine di figure mitologiche ed epiche che Giovanni Versace avrebbe potuto preferire.

La Medusa è un simbolo di attrazione letale, ipnotica e incondizionata. Non solo, quella di Medusa è una storia di vanità punita. È davvero interessante pensare che un simbolo di questo tipo, che rappresenta un personaggio punito e trasformato in mostro a causa del suo orgoglio e della sua vanità, sia stato associato a un marchio di moda, settore che fa della vanità e del desiderio di apparire dei pilastri.

Se è vero che la versione più nota della Medusa di Versace è quella in bianco e nero, è anche vero che il logo Versace tende a cambiare e mutare con grande frequenza, a seconda delle collezioni e delle occasioni. Quindi, non è raro vederla in oro, in argento o addirittura in versioni arcobaleno e olografiche.

logo versace 1997

Nel 1997, il fashion designer fu vittima di un tragico e sconvolgente assassinio, nella sua abitazione a Miami Beach. Dopo la morte dello stilista, si scelse di inserire nuovamente il cognome della famiglia fondatrice all’interno del logo Versace. La scritta forma un semicerchio e circonda in basso il tondo contenente la silhouette di Medusa e la greca.

logo versace oggi

Nel 2008, i designer incaricati di preservare e curare l’immagine coordinata dell’azienda decisero di dare maggiore visibilità al cognome all’interno del logo Versace, allineando il logotipo Versace e aumentando la dimensione delle lettere.

Non solo: il font è diverso e non è più quello che era presente nel logo Versace del 1993 e del 1997.

Vuoi approfondire qualche caso studio?

Se la risposta è si, allora non perdere tempo!
In questa sezione vedrai tanti casi studio e comprenderai le logiche per la creazione di un logo professionale.

Vai ai casi studio

Download Logo Versace vettoriale

Hai bisogno del logo Versace in formato vettoriale? Puoi scaricarlo qui sotto!

Download Logo Versace Vettoriale

Mi raccomando, fanne un corretto e disciplinato uso!

Se questo articolo ti è piaciuto scrivilo nei commenti.

Grazie😃