logo xerox

Il logo di Xerox si distingue per la scritta “Xerox” in rosso, realizzata con un carattere sobrio e lineare.

Questo design rispecchia l’approccio tecnologico e innovativo dell’azienda, sempre pronta ad evolversi per mantenere un notevole vantaggio competitivo nel mercato.

Nonostante le significative modifiche apportate all’emblema nel corso degli anni, esso continua a rappresentare saldamente il marchio, incarnandone i valori e la qualità.

Xerox è una società americana specializzata nello sviluppo di soluzioni documentali, con ricavi che superano i 7 miliardi di dollari.

La sua storia ha avuto inizio a Rochester nel 1906, quando l’imprenditore Joseph Wilson fondò la Haloid, un’azienda produttrice di carta per fotocopie.

Il logo Xerox è ora presente su una varietà di stampanti e fotocopiatrici destinate sia al settore ufficio che alla produzione.

Le macchine Xerox sono disponibili in 160 nazioni in tutto il mondo.

Xerox è stata pioniera nella produzione di macchine per la stampa xerografica, grazie alla quale ha ottenuto fama mondiale.

L’azienda detiene 8,5 mila brevetti nel settore delle apparecchiature per ufficio e produce una varietà di prodotti, tra cui stampanti, fotocopiatrici, fax, computer e attrezzature militari.

Attualmente, Xerox si dedica anche alla produzione di soluzioni software ad alto valore tecnologico.

Indice

logo xerox oggi

La storia di Xerox

storia xerox

All’inizio del XX secolo, Xerox era conosciuta come Haloid e si dedicava alla produzione di carta per fotografi professionisti.

Nel 1949, Haloid ampliò il suo business lanciando la prima fotocopiatrice, segnando l’inizio della sua evoluzione nel settore delle apparecchiature per ufficio.

Questa scelta definì l’identità futura dell’azienda.

Alla fine degli anni ’40, Haloid adottò la tecnologia della xerografia e introdusse la sua prima macchina, la Haloid Xerox 14.

Il successo straordinario di questa innovazione rese “Xerox” un nome di uso comune.

Con il passare del tempo, l’azienda fu rinominata utilizzando il nome del suo dispositivo di punta, adottando il brand “Xerox” anche per il logo.

Così, all’inizio degli anni ’60, la parola “Haloid” venne sostituita da “Xerox” nel marchio.

Successivamente, il logo fu ulteriormente semplificato fino a diventare una “X“.

Questa abbreviazione grafica intende rappresentare i punti pixel della grafica digitale, simboleggiando la sottile linea tra documenti digitali e cartacei.

Con l’evoluzione e l’ampliamento della gamma di prodotti, il logotipo necessitava di un rinnovamento per non essere associato esclusivamente alle fotocopiatrici.

Per superare questo stereotipo, il celebre produttore di attrezzature per ufficio trasformò i caratteri del suo nome in minuscolo.

Il colosso americano aggiunse al logo una sfera composta da linee che formano una “X” stilizzata.

Questo simbolo incarna la connessione dell’azienda con i suoi clienti e la sua tecnologia all’avanguardia.

costo logoQuanto costa un logo professionale?

Ti sei mai domandato quale sia il prezzo di un logo professionale? E soprattutto che caratteristiche dovrebbe avere un logo professionale? Premi il pulsante e andrai alla pagina che ti darà una visione completa sulla creazione di un logo.

La storia del logo Xerox

Il primo logo creato nel 1906, raffigurava una torcia con una targa ovale che riportava il nome dell’azienda.

La torcia accesa simboleggiava egemonia e potere, riflettendo la convinzione del fondatore che l’azienda sarebbe diventata leader di mercato.

Questa visione era particolarmente ambiziosa, dato che prima della fine della seconda guerra mondiale, il 90% del mercato fotografico era dominato da Kodak.

La simbologia della torcia nel primo logo di Haloid era ricca di significato: il fuoco rappresentava la luce, elemento essenziale per attivare la reazione chimica della carta fotosensibile utilizzata nella stampa fotografica.

Il termine “Haloid” nell’ovale si riferiva ai composti alogeni e all’argento.

La carta fotografica dell’epoca era nota come carta alogeno-argento, poiché il suo strato principale, la fotoemulsione, era costituito da composti di alogeni (cloro, bromo, iodio) combinati con argento.

logo xerox 1906

Nel 1938, il logo subì un cambiamento di forma, assumendo l’aspetto di un foglio di carta con angoli arrotondati.

Lo sfondo nero con scritte bianche richiamava la fotografia in bianco e nero, rappresentando la carta che l’azienda produceva.

Al centro del logo si trovava la parola “Haloid” accompagnata da una torcia, simbolo della luce che trasformava la carta normale in carta fotografica.

Il bordo del logo conteneva iscrizioni esplicative con il nome dell’azienda, la sua ubicazione e i prodotti che produceva, fornendo un contesto completo e chiaro del marchio.

logo xerox 1938

Nel 1948, l’azienda iniziò a interessarsi all’elettrografia poiché i suoi principali clienti di carta fotografica erano attratti da questo nuovo metodo.

Haloid acquistò il brevetto di una macchina elettrografica, una mossa decisiva per il suo futuro.

Per promuovere il nuovo orientamento aziendale, il logo fu aggiornato.

Il logo del 1948 fu il primo a enfatizzare il metodo della copia, relegando in secondo piano il nome dell’azienda.

Su uno sfondo quadrato nero con angoli arrotondati, campeggiava una grande lettera “X“, con sopra la scritta “Xerox“.

Xerox” era il nuovo nome della tecnologia di copiatura, che in origine veniva chiamata elettrografia.

Sembrava però troppo “astruso” al proprietario di Haloid.

Il nome venne cambiato in una combinazione greca più clamorosa: “xerografia” (da xeros, che significa “secco“, e grapho, che significa “scrivere“).

Successivamente, il termine fu abbreviato in “fotocopiatrice“.

Il colore nero nel logo alludeva all’inchiostro nero utilizzato per trasferire l’immagine, mentre il bianco delle lettere rappresentava la carta bianca.

L’uso della “X” maiuscola all’inizio e alla fine della parola indicava che l’immagine veniva trasferita da un foglio all’altro, creando due copie identiche.

La decisione di cambiare il logo in questo modo fu rischiosa.

Nessuna macchina Haloid era ancora stata lanciata sul mercato e il metodo della xerografia era poco conosciuto e richiesto.

Wilson, tuttavia, non aveva nulla da perdere; L’azienda era sull’orlo del fallimento.

logo xerox 1948

Nel 1949, l’azienda riprese l’immagine del logo del 1938, ma con una modifica: al centro dello sfondo venne posizionata la parola “Xerox“.

Questa scelta fu necessaria perché i clienti non conoscevano il nuovo nome, e per collegare “Xerox” a “Haloid“, il logo manteneva le iscrizioni esplicative sul contorno dell’immagine.

Questa strategia aiutò a guidare il marchio verso il nuovo logo Xerox.

logo xerox 1949

Nel 1957, venne introdotto un logo più chiaro e leggibile insieme a un nuovo nome, “Haloid Xerox“, per rafforzare il legame tra Haloid e i suoi prodotti.

Lo sfondo del logo fu cambiato in rosso, simboleggiando innovazione e invenzione, contribuendo a definire l’identità cromatica del brand Xerox.

Al centro del logo, i due nomi, “Haloid” e “Xerox“, erano posti in grandi lettere.

Lungo il bordo, si specificava che l’azienda offriva prodotti per fotocopie e fotografie, delineando chiaramente l’ambito delle sue attività.

logo xerox 1957

La xerografia è diventata molto popolare in questi anni.

Così, nel 1959, la società cambiò nome in Xerox Corporation.

La società di consulenza newyorkese Lippincott & Margulies creò un nuovo logo per l’occasione.

Il nuovo design era completamente grafico, caratterizzato da una grande scritta “Xerox” e una piccola “Corporation“.

Tutti gli elementi inclinati a sinistra (le metà delle lettere “X” e il piede della “R“) erano allungati con un originale serif.

Questo dettaglio rappresentava il percorso della carta attraverso la macchina, simbolizzando il processo di copiatura.

logo xerox 1960

Negli anni ’60, Xerox iniziò a registrare enormi profitti, raggiungendo la cifra di 500 milioni di dollari.

Questo straordinario successo venne celebrato con l’introduzione di un nuovo logo Xerox.

Il marchio fu ideato dal famoso grafico dell’epoca, Tom Geismar, fondatore dello studio Brownjohn, Chermayeff & Geismar.

Geismar, in realtà, non propose modifiche radicali al logo esistente.

Piuttosto, la precedente iscrizione venne trasformata in un carattere più stabile, arricchito dal colore rosso.

Questo nuovo colore simboleggiava risultati, profitti, leadership e vittorie, rappresentando in modo tangibile il successo senza precedenti dell’azienda.

logo xerox 1968

Nel 1994, oltre all’iscrizione “Xerox“, venne introdotto un marchio aggiuntivo: una grande lettera “X“.

Questa sigla, che rappresentava il nome dell’azienda, presentava un particolare artificio grafico.

La parte superiore destra della lettera “X” e una delle stanghette non erano definite, ma sembravano formate da un mosaico rosso.

Questo dettaglio rendeva evidente come il mondo Xerox fosse in grado di produrre molte copie, quasi tentacolari, mentre rappresentava anche i pixel della stampa digitale.

logo xerox 1994

Il rebranding del 2008 fu affidato alla rinomata azienda Interbrand.

Un segno visivo composto da un’immagine e un’iscrizione è stato aggiunto in questa revisione.

Il nome “Xerox” era scritto in lettere minuscole con angoli smussati e lettere leggermente arrotondate.

Le curve morbide degli elementi “X” sembravano immagini speculari l’una dell’altra, evocando il processo di copia.

La parte dell’immagine nel logo raffigurava una palla avvolta attorno all’inchiostro di due stampanti, formando la lettera “X” sul lato anteriore.

La palla rappresentava la Terra, mentre i canali dei pennacchi trasportavano diversi tipi di inchiostri per la stampa.

Questa rappresentazione suggeriva che la tecnologia e le macchine dell’azienda erano distribuite in tutto il mondo.

Le linee di collegamento sulla sfera, concepite da Interbrand, rappresentavano anche le connessioni tra l’azienda e i suoi clienti, dipendenti e partner, diffusi in tutto il mondo.

Questa visualizzazione rifletteva il vasto network di Xerox e la sua presenza globale, con tutti che utilizzavano dispositivi Xerox per produzione di numerose stampe e fotocopie.

logo xerox 2008

Dal 2019, Xerox ha subito una trasformazione significativa diventando una filiale all’interno di una holding dopo una riorganizzazione aziendale.

Questo cambiamento ha portato a una semplificazione del marchio, con la rimozione del “mondo” dall’immagine aziendale, lasciando solo l’iscrizione “Xerox“.

Questa modifica rifletteva il fatto che l’azienda non era più focalizzata esclusivamente sulla produzione di fotocopiatrici, ma si era diversificata nel campo dei computer, degli scanner, della carta e soprattutto delle soluzioni software.

logo xerox oggi

Vuoi approfondire qualche caso studio?

Se la risposta è si, allora non perdere tempo! Approfondicsci i casi studio e comprenderai le logiche per la creazione di un logo professionale.

Download Logo Xerox vettoriale

Desideri scaricare il logo Xerox in formato vettoriale?

Download Logo Xerox Vettoriale

Rispetta i diritti d’autore quando usi un logo.

Che ne pensi della storia di Xerox?

Fammi sapere!😊

3 soluzioni per creare logo

Vuoi scoprire
3 soluzioni
per creare un logo?

3 Soluzioni professionali per tutti i budget: da 50€ a 800€. Crea adesso il tuo logo!